Il commercialista del lavoro: l’evoluzione del mestiere di commercialista

Tradizionalmente, la figura del commercialista è sempre stata vista come il professionista della contabilità e il responsabile per i controlli, i servizi fiscali e di ragioneria. Ma così come l’economia globale si è evoluta, anche questa professione è progredita in un percorso di carriera non più fatto di sola contabilità, ma includendo specializzazioni come le consultazioni, indagini penali, processi internazionali, consulenza del lavoro e persino economia ambientale e digitale.

Il commercialista del futuro è il commercialista del lavoro che guarda oltre il 730. E punta a sbarcare su mercati meno tradizionali e più inesplorati per la professione: dalla consulenza in materia di lavoro o in ambito immobiliare al terzo settore, dal no profit all’internazionalizzazione fino alla prevenzione delle crisi d’impresa. Addio, quindi, al professionista identificato solo come l’esperto del fisco e delle tasse, perché il commercialista del lavoro guarda oltre e si ritaglia nuove specializzazioni, legittimate anche da una formazione ad hoc.

Va in questa direzione infatti il progetto del Consiglio nazionale di categoria finalizzato alla creazione delle Scuole di Alta formazione che nel tempo possano anche rilasciare i titoli di specializzazione riconosciuti per legge. Le Saf completeranno il quadro dell’offerta formativa per i commercialisti, puntando a definire i caratteri tecnico – culturali della professione del futuro. Non solo, perché intenzione del Consiglio nazionale è quella di avviare il percorso per il riconoscimento a livello legislativo dei titoli di specializzazione, all’interno della legge sull’ordinamento professionale.

Nello specifico, le funzioni svolte dal vasto numero di professionisti che lavorano per le imprese sono spesso dimenticate e non ben comprese. L’esercizio di consulenza costituisce una delle possibili aree di attività professionale che il commercialista del lavoro può liberamente intraprendere, perché da sempre rientra nelle sue competenze con l’unico obbligo di darne comunicazione al Servizio Ispezione del Lavoro della D.T.L. delle province nel cui ambito intende svolgere l’attività. 

Per maggiori info visita il sito: http://www.russo-studio.it/?i=commercialista-del-lavoro

admin Autore