Cassaforte, i sistemi di chiusura

Dalla sua invenzione, le casseforti sono state sviluppate con una numerosa selezione di sistemi di chiusura.

Senza scomodare i sistemi di ultima generazione come la cassaforte biometrica che si apre con la lettura della retina o dell’impronta digitale, i mezzi forte che solitamente scegliamo per i nostri ambienti domestici presentano 4 tipi di apertura.

I sistemi di chiusura della cassaforte si dividono solitamente in 4 categorie.

  • Serratura a chiave
  • Serratura a combinazione meccanica: sicura ed efficace ma più complicata nell’utilizzo e nell’impostazione del codice personale
  • Serratura a combinazione digitale: sicura, efficace, di facile utilizzo e impostazione del codice personale. Sono possibili anche serrature digitali autoalimentate, senza necessità di batterie perché dotate di una speciale “dinamo” interna per l’auto-caricamento

 

La cassaforte con serratura a chiave è la più semplice da utilizzare, anche se perdere la chiave o danneggiarla richiederebbe un intervento dei tecnici specializzati.

Si ricorda che è buona norma custodire la chiave in un ambiente terzo e non nello stesso in cui è collocata la cassaforte.

Una cassaforte dotata sia di serratura a chiave che di combinazione invece, necessiterà dello sblocco di entrambe le serrature. Questo determinerà maggiori difficoltà da parte del ladro che vorrà aprire la cassaforte, perché, pur entrando in possesso della chiave, non potrà accedere al contenuto se non conoscendo anche il codice di combinazione della seconda serratura.

Conforti, azienda con oltre un secolo d’esperienza in materia di casseforti e progetti di sicurezza, offre un’ampia offerta in materia.

 

admin Autore