Epilazione laser: in cosa consiste?

Per le donne quella contro i peli è una vera e propria battaglia quotidiana, che pian piano sta contagiando anche i maschietti. L’ epilazione laser offre la possibilità di ritardare drasticamente, anche se non in maniera definitiva, la crescita dei peli con ottimi risultati. L’ epilazione laser produce un raggio di luce molto potente che è in grado di penetrare nei tessuti e di colpire la melanina presente nei bulbi piliferi. L’epilazione laser si dice progressiva permanente e non definitiva perché in effetti l’esito non è definitivo, ma duraturo nel tempo. Grazie a lunghezze d’onda specifiche per le diverse tipologie di pelle, l’epilazione laser emette un fascio di luce che riscalda il fusto del pelo e la sua radice.

L’epilazione laser tende a danneggiare solo i peli in fase di crescita e quindi non è sufficiente una singola seduta per ottenere un ottimo risultato. I risultati dell’epilazione laser iniziano a vedersi con tempistiche differenti e che dipendono da persona a persona. Il trattamento viene eseguito da specialisti presso i saloni estetici certificati o negli studi medici. In poche frazioni di secondo il calore viene trasferito al pelo, provocando così la distruzione del bulbo e della cellula pilifera, che in questo modo non è più in grado di generare peli per lunghi periodi di tempo.

La peluria può arrivare a ridursi fino all’80%, permettendoti di ricorrere alla ceretta solo un paio di volte all’anno, per un “effetto seta” invidiabile. La durata varia da 15 minuti fino a 4 ore, il numero di sedute dipende dai casi. Il trattamento di epilazione laser Napoli è affidabile e sicuro su tutti i fototipi e anche su pelle abbronzata. Considerata l’efficacia e il vantaggio di essere indolore, questa tecnica viene spesso scelta dalle donne per una depilazione totale delle parti intime, abitudine sempre più in voga. In base alla zona da trattare, sono necessarie diverse sedute, pianificate con cadenza mensile o bimestrale.

admin Autore