Infedeltà coniugale: come scoprire la verità

 

La fiducia è uno degli aspetti più importanti, se non proprio quello più importante di una relazione. Quando questa viene tradita, piano pianto tutto tende a sgretolarsi. Purtroppo l’infedeltà coniugale non è una cosa tanto rara, e solitamente riesce a far insorgere parecchi dubbi che vanno a incrinare il rapporto. Sì, perché prima che l’infedeltà coniugale sia davvero conclamata tale, nascono i primi sospetti perché il partner fedifrago inizia a cambiare atteggiamenti, che danno vita ai primi malesseri di coppia. Magari si iniziano a notare strani ritardi, lui o lei rimane al computer fino a tardi, ha cambiato i suoi orari, riceve chiamate a notte fonda, quando si chiedono spiegazioni si ricevono solo risposte vane o poco convincenti: cosa fare in questi casi? Se sospettate una infedeltà coniugale, rivolgetevi ad un investigatore privato per poter scoprire la verità.

Per indagare sull’infedeltà coniugale del vostro partner, potete avvalervi con estrema fiducia delle prestazioni professionali degli investigatori privati dell’agenzia IDFOX Investigazioni. Con sede a Milano, è una delle migliori agenzie presenti sul territorio, ed assicura la massima discrezione e professionalità, in modo che le indagini vengano eseguite sempre nel massimo riserbo e che tutta la documentazione prodotta sia soggetta al segreto professionale.

L’investigatore privato si occuperà, con la massima discrezione, delle indagini per provare con materiale certo l’infedeltà coniugale del vostro partner. In caso di tradimento comprovato avrete sotto mano le prove dell’infedeltà documentate con relazioni tecniche corredate di foto, filmati e documenti validi per uso legale. Infatti, se il matrimonio arriva alla sua conclusione a causa di un tradimento, è possibile richiedere la separazione con addebito a carico del coniuge infedele, che implica anche la perdita del diritto al mantenimento. Nel caso in cui le modalità del tradimento abbiano leso la reputazione del coniuge tradito, è possibile anche richiedere un risarcimento danni.

editor Autore